siete stati preparati a una vita che non esiste

14026505051_b096908145_o

“Thomas, niente di quello che dici è una novità. Ci sono tante altre persone come te. Milioni di uomini come te. Donne, anche. E penso che questo sia dovuto al fatto che siete stati preparati a una vita che non esiste. Sei stato fatto per un mondo diverso”.

(Dave Eggers, I vostri padri, dove sono? E i profeti, vivono forse per sempre?)

(foto di Nicola Colella, New York, aprile 2014)

Verde matematico

verdematematico

“…pure, caro Zanardi, esistono delle regole che ci vietano di confidare in un miracolo. E’ assurdo pensare di ritrovarsi un giorno colti, quando non si è mai letto un libro, o rispettati, quando ci si è sempre comportati ingiustamente. Questi sono miracoli che non possono succedere. Così come dal giallo con l’azzurro nascerà sempre il verde, e non il rosa, o il marron. E’…matematico. O no?”

– Andrea Pazienza

(foto scattata a Bari, il 30 marzo 2014)

…l’urlo delle sirene nella notte, i locali aperti ventiquattr’ore su ventiquattro…

DSCF5571-2

 

Londra, 2013

“A me piacciono il fracasso del martello pneumatico e l’urlo delle sirene nella notte, i locali aperti ventiquattr’ore su ventiquattro, i graffiti, il caffè nei bicchieri di carta, il vapore che sale dai tombini, l’asfalto, i quotidiani popolari; mi piace vedere le insegne dei distributori Citgo e sentire uno che strilla ‘Taxi’ in una notte fredda, i fannulloni che oziano agli angoli delle strade, gli artisti di strada, i pub irlandesi, i tizi che si chiamano Sal”

Dennis Lehane, Moonlight Mile

Pensate sempre che ci sia qualcosa da scoprire

Tate Modern

(foto scattata a Londra, nel febbraio 2013)

 

“I giovani”, sospirò McDonald. “Vogliono sempre ricominciare da capo” (…)

“I giovani”, ripetè McDonald con disprezzo. “Pensate sempre che ci sia qualcosa da scoprire”.

“Sì, signore”, rispose Andrews.

“Bè, invece non c’è niente”, disse McDonald. “Nasci e ti allattano con le bugie, poi ti svezzano dalle bugie finchè non ne impari altre a scuola, più raffinate. Vivi di bugie per tutta la vita, e poi forse, quando sei pronto per morire, ti vine in mente che non c’è nient’altro, nient’altro che te stesso e quello che avresti potuto fare. Solo che non l’hai fatto, perchè tutte quelle bugie ti hanno fatto credere che c’era qualcos’altro. Allora pensi che avresti potuto conquistare il mondo, perchè sei l’unico che conosce il segreto. Solo che ormai è troppo tardi. Perchè ormai sei troppo vecchio”.

(John Williams, Butcher’s crossing).